ipomelanosi guttata

Ipomelanosi Guttata

Per Ipomelanosi Guttata Idiopatica si intende un disturbo della pigmentazione molto comune, così come definito dalla letteratura scientifica. Si tratta di una malattia della pelle molto diffusa che viene anche definita scientificamente con il nome di leucodermia lenticolare disseminata oppure leucodermia guttata.

La sua caratteristica è la presenza di tante minuscole macchie ipo-pigmentate a forma di coriandoli multipli, con una colorazione di tonalità abbastanza scarsa di melanina.

Di solito sono localizzate agli arti per lo più in individui adulti, spiega la Dottoressa Marina Fantato. Come vedremo in seguito a questo articolo, ci sono differenze tra l’ipomelanosi guttata e la vitiligine. Ma procediamo con ordine.

Ipomelanosi guttata come si presentano le pigmentazioni

Le pigmentazioni dell’ipomelanosi guttata si presentano come centinaia di macchie abbastanza piccole del diametro di 2/5 mm. Sono localizzate per lo più sulla superficie anteriore e posteriore delle gambe e sugli avambracci.

Già si intravede la prima differenza con la vitiligine. Le lesioni si presentano, come detto, disseminate come coriandoli e sono totalmente asintomatiche. Questa è una delle differenze con la vitiligine. Le macchie sono permanenti, ovviamente la diagnostica impone un esame molto accurato con osservazione alla luce di Wood (una luce usata anche in fotografia).

È possibile vederle molto bene in estate perché i pazienti sono più abbronzati e quindi spicca il contrasto con le macchie più chiare. L’ipomelanosi guttata a differenza della vitiligine rappresenta una forma di ipo-pigmentazione acquisita e, in effetti, molte persone presentano alcune di queste lesioni.

Le cause della leucodermia guttata

Ipomelanosi guttata cause: come sottolinea la Dottoressa Fantato, non si conoscono ancora bene le cause effettive di questa malattia delle pelle.

Parlando di Vitiligine

ipomelanosi guttata

La vitiligine invece, come abbiamo ampiamente trattato su questo nostro sito tematico, ha una manifestazione clinica con chiazze che sono, per lo più,  ipo-pigmentate o a cromi, cioè privi di pigmento (mancanza di melanina).

Possono avere dimensioni diverse, ma in generale sono delle chiazze molto grandi. Solitamente possono essere localizzate sugli arti, ma non solo. Le possiamo trovare in qualsiasi punto della superficie cutanea a seconda dei casi e dei pazienti.

Pur trattandosi di un disturbo di pigmentazioni acquisito, ha una patogenesi che comporta, di norma, una predisposizione genetica.

Mancanza di melanina nella vitiligine

Le macchie, come abbiamo detto, sono a chiazze e possono raggiungere dimensioni anche molto grandi.  Diversamente dall’ipomelanosi guttata idiopatica, dato che possiamo trovarle su tutto il corpo.

A differenza di quello che si può pensare non sono completamente asintomatiche, ma potrebbero anche dare una sensazione di prurito.

Ipomelanosi guttata differenze istologiche con la Vitiligine

Per quanto riguarda l’ipomelanosi guttata, i melanociti sono presenti nelle lesioni. Tuttavia potrebbe essere che il numero dei melanosomi (strutture intracellulari) che contengono la melanina sintetizzata dai melanociti siano ridotti e che il trasferimento venga ostacolato.

A differenza della vitiligine dove invece sappiamo che i melanociti possono essere anche assenti nelle lesioni oppure mal funzionanti. Ci sono disturbi riguardanti proprio la moltiplicazione e la migrazione dei melanociti.

Ipomelanosi guttata idiopatica terapia

Infine, conclude la Dottoressa Fantato, per quanto riguarda il tema di ipomelanosi guttata idiopatica rimedi, sappiamo che la microfototerapia è il trattamento più specifico e più indicato. Questo perché consente di trattare, in maniera mirata, anche chiazze molto piccole con mancanza di pigmento.

Torna su